Mustang & Harley: La Costa Californiana e la Route 66

Un viaggio che celebra ardentemente tutti i miti americani che ogni Biker sogna nella sua vita. La magnifica costa californiana e le città splendenti. Poi i deserti, le praterie, i parchi, i canyon e tutta la natura che nello scenario collettivo, hanno fatto la storia del viaggio americano…

Highlights del viaggio

20 Giorni / 19 Notti

Da San Francisco a Chicago

Illinois, Missouri, Oklahoma, Texas, New Mexico, Arizona, Nevada e California

  • Da San Francisco a Los Angeles: le nuove meraviglie del Golden State su una fiammante ford Mustang cabrio.
  • Las Vegas e le sue luci
  • La Mother Road: un mito da cavalcare in sella alle motociclette che hanno fatto, fanno e faranno, la storia del viaggio on the road

Mustang & Harley: La Costa Californiana e la Route 66

Un viaggio che celebra ardentemente tutti i miti americani che ogni Biker sogna nella sua vita. La magnifica costa californiana e le città splendenti. Poi i deserti, le praterie, i parchi, i canyon e tutta la natura che nello scenario collettivo, hanno fatto la storia del viaggio americano. Poi la grande esperienza della Mother Road: la Route 66, una strada che è un mito e che grazie alla nostra lunga esperienza trasformeremo in un epica cavalcata che abbraccia ogni esperienza motociclistica, da quella prettamente legata alla guida a quella sociale e gastronomica fino a quella più originale e ricreativa.
Mai nessun viaggio è stato così completo ed entusiasmante!

La Route 66

Ogni leggenda nasce da una storia. Così il mito della Route 66 prende vita dal racconto di migliaia di persone che per anni l’hanno percorsa spinti dalle più svariate motivazioni. Inaugurata l’11 Novembre 1926, la Route 66 fu una delle prime Highway americane ad attraversare trasversalmente tutto il Paese.

Partiva da Chicago per arrivare alle infinite spiagge di Santa Monica (LA), dopo ben 2.448 miglia. La Route 66 fu teatro delle grandi migrazioni verso Ovest che caratterizzarono gli USA nel secolo passato. A questa strada si legò il mito di una California terra di fortune e divertimento che fu patria di grandi artisti.

La strada venne rimossa dal sistema delle Highway nel 1985 e da lì iniziò il suo lento smantellamento. Venne così cancellato dal suolo americano quello che era stato il trampolino di lancio di tante vite.

San Francisco

Da città simbolo degli hippie e della controrivoluzione giovanile degli anni Sessanta a cuore pulsante di una rinascita culturale guidata dall’arte e dal design. È questa la storia di San Francisco, la città più liberal d’America nonché uno dei simboli più famosi al mondo della West Coast statunitense. Adagiata su una baia e perennemente illuminata da una luce naturale abbagliante, Frisco, come la chiamano gli abitanti, è una città distribuita su ben 40 colline. Per questo motivo i suoi marciapiedi sono spesso sostituiti da scalinate. I caratteristici tram a cremagliera (cable car). aperti su entrambi i lati. arrancano sulle salite della città che poi si trasformano in discese a picco verso l’azzurro dell’Oceano Pacifico. Come succede a Lombard Street, la strada più fotografata del mondo, location perfetta per i rocamboleschi inseguimenti dei film d’azione tanto cari al cinema hollywoodiano. A colpire subito l’attenzione dei turisti è sicuramente l’eclettismo architettonico ma anche culturale di quella che è stata definita “la città della pioggia, del vento e della nebbia“. La nebbia che sale dall’Oceano, infatti, avvolge l’imponente Golden Gate Bridge di una sottile coltre bianca che lascia però intravedere il bizzarro skyline di San Francisco dominato dalle eccentriche costruzioni del Financial District, come la Transamerica Pyramid, ma anche dalle botteghe e dagli edifici arabeggianti di Chinatown e dalle case vittoriane di Telegraph Hill. Tolleranza architettonica ma anche e soprattutto culturale e sessuale (San Francisco ospita una delle comunità gay più grandi del mondo) con il ricordo dei reading degli eroi della Beat Generation come Jack Keruac e Allen Ginsberg, che da qui lanciarono la Poetry Renaissance degli anni Cinquanta. Oggi San Francisco è una città proiettata verso il futuro, dove poter scegliere di andare a visitare un museo avveniristico come il SFMoMa, disegnato dall’architetto svizzero Mario Botta, o dove perdersi nelle stradine del SoMa, ex distretto industriale trasformato in luogo deputato all’arte alternativa, con i suoi ristoranti alla moda e i negozi di tendenza. Ma l’arte, a San Francisco, è qualcosa che si respira nell’aria anche soltanto passeggiando per il Mission District, altro quartiere in rinascita dove più di 200 murales decorano case, banche e ristoranti, raccontando la vita quotidiana dell’America di ieri e di oggi.

Chicago

È la più grande città dell’entroterra degli States, con un’area metropolitana (Chicagoland) di oltre 9 milioni di persone, distribuite in una vasta area pianeggiante situata lungo le rive del lago Michigan. Da una piccola città di frontiera, fondata nel 1833, è diventata, negli anni, una delle dieci città più influenti al mondo e polo finanziario, industriale e sportivo di assoluto rilievo. I grattacieli che dominano il centro città (detto anche Downtown o Loop) rendono il suo skyline inconfondibile e di grande impatto. Anche se la città dei grattacieli per antonomasia è New York, Chicago detiene il primato del grattacielo più alto d’America: la Willis Tower, alta 442 metri. E poi c’è la Chicago culla del blues e del jazz, come racconta il famoso film Chicago, girato nel 2002 da Rob Mashall e vincitore di ben sei premi Oscar. Due sono i suoi soprannomi: Windy City (per via del vento che spira perennemente) e Second City (perché ricostruita dopo il distruttivo incendio del 1871). La multietnicità l’ha caratterizzata fin dalla sua fondazione (1770): e se nell’antichità la zona dove ora sorge la città era abitata dai Potawatomi, il primo abitante di Chicago non appartenente a questa tribù fu l’haitiano di origini francesi Jean-Baptiste Pointe du Stable, che sposò una donna del posto. Da allora, la città ha cominciato ad attirare migliaia di persone, sperimendo una crescita vertiginosa che l’ha resa la grande metropoli ipermoderna che è oggi.

Altri itinerari

Prenota oggi il tuo viaggio

Per qualsiasi domanda e/o richiesta, contattaci subito!

+39-06-9334183

riders@kanaloa.it

Lunedi - Venerdi: 9 - 13 / 15 - 20 Sabato: 9 - 13