California Classic

Un viaggio che celebra le grandi magnificenze Californiane. Si parte attraversando i deserti californiani fino alla scintillante Las Vegas, dove partiremo per una grande escursione nella Death Valley a bordo di Ford Mustang convertibile…

Highlights del viaggio

13 Giorni / 12 Notti

Da Los Angeles, San Francisco o Las Vegas

California, Nevada, Utah e Arizona

  • I deserti del west e le storie più profonde della conquista dell’Eldorado.
  • Las Vegas e le sue luci
  • Mammoth Lake, Yosemite e Sequoia sono solo alcune delle bellezze naturalistiche che attraverseremo lungo l’itinerario.
  • Da San Francisco a Los Angeles le nuove meraviglie del Golden State.
  • La Central Valley e l’enogastronomia Californiana
  • La Death Valley in Ford Mustang Cabrio

California Classic

Un viaggio che celebra le grandi magnificenze Californiane. Si parte attraversando i deserti californiani fino alla scintillante Las Vegas, dove partiremo per una grande escursione nella Death Valley (in estate a bordo di Ford Mustang convertibile). In seguito, viaggiando su un itinerario molto scenografico, attraverseremo i grandi parchi alpini della Sierra Nevada: Mammoth Lake e Yosemite. Arriveremo dunque a San Francisco dove una sosta di due giorni ci permetterà di vivere la città più innovativa e sorprendente degli Stati uniti. Da qui la Bay Area, l’accesso alla Pacific Coast Highway californiana, che con i suoi panorami mozzafiato ci condurrà fino a Los Angeles e San Diego dove corpi scultorei di surfers e panorami inondati di sole creeranno il contesto più classico della California, ciò che l’ha resa famosa nel mondo.

Las Vegas

È la capitale mondiale del gioco d’azzardo, ma anche una città da vedere per l’eccezionale concentrazione di casinò, attrazioni turistiche, alberghi ed enormi centri commerciali. Il suo nome è spagnolo e significa “i prati”, ma Las Vegas, più che una città nell’accezione tradizionale del termine, è un insieme di unità amministrative diverse della Contea di Clark. Chiamata anche Sin City, la città del peccato, nell’immaginario collettivo in effetti Las Vegas è considerata, complice anche le sue trasposizioni cinematografiche, la città della perdizione, dove il gioco d’azzardo, la vendita di alcolici e la prostituzione sono legalizzati. Ma al di là della componente trasgressiva, Las Vegas è famosa per essere la capitale mondiale dell’intrattenimento e dello spettacolo. Non a caso, un altro appellativo della città è The Enterteinment Capital of the World, che rende meglio l’anima giocosa, tutta lustrini e paillettes, di questa enorme metropoli, la cui area metropolitana (chiamata U nincorporated) è divisa dalla lunghissima Strip e registra la più alta crescita demografica degli Stati Uniti. Las Vegas è una città da guinness dei primati, che vale la pena vedere almeno una volta nella vita. La sua immagine è in continuo rilancio grazie a serie televisive di successo e film campioni d’incasso e, infatti, passeggiare per Las Vegas Boulevard può dare la sensazione di trovarsi perennemente in un set cinematografico.

San Francisco

Da città simbolo degli hippie e della controrivoluzione giovanile degli anni Sessanta a cuore pulsante di una rinascita culturale guidata dall’arte e dal design. È questa la storia di San Francisco, la città più liberal d’America nonché uno dei simboli più famosi al mondo della West Coast statunitense. Adagiata su una baia e perennemente illuminata da una luce naturale abbagliante, Frisco, come la chiamano gli abitanti, è una città distribuita su ben 40 colline. Per questo motivo i suoi marciapiedi sono spesso sostituiti da scalinate. I caratteristici tram a cremagliera (cable car). aperti su entrambi i lati. arrancano sulle salite della città che poi si trasformano in discese a picco verso l’azzurro dell’Oceano Pacifico. Come succede a Lombard Street, la strada più fotografata del mondo, location perfetta per i rocamboleschi inseguimenti dei film d’azione tanto cari al cinema hollywoodiano. A colpire subito l’attenzione dei turisti è sicuramente l’eclettismo architettonico ma anche culturale di quella che è stata definita “la città della pioggia, del vento e della nebbia“. La nebbia che sale dall’Oceano, infatti, avvolge l’imponente Golden Gate Bridge di una sottile coltre bianca che lascia però intravedere il bizzarro skyline di San Francisco dominato dalle eccentriche costruzioni del Financial District, come la Transamerica Pyramid, ma anche dalle botteghe e dagli edifici arabeggianti di Chinatown e dalle case vittoriane di Telegraph Hill. Tolleranza architettonica ma anche e soprattutto culturale e sessuale (San Francisco ospita una delle comunità gay più grandi del mondo) con il ricordo dei reading degli eroi della Beat Generation come Jack Keruac e Allen Ginsberg, che da qui lanciarono la Poetry Renaissance degli anni Cinquanta. Oggi San Francisco è una città proiettata verso il futuro, dove poter scegliere di andare a visitare un museo avveniristico come il SFMoMa, disegnato dall’architetto svizzero Mario Botta, o dove perdersi nelle stradine del SoMa, ex distretto industriale trasformato in luogo deputato all’arte alternativa, con i suoi ristoranti alla moda e i negozi di tendenza. Ma l’arte, a San Francisco, è qualcosa che si respira nell’aria anche soltanto passeggiando per il Mission District, altro quartiere in rinascita dove più di 200 murales decorano case, banche e ristoranti, raccontando la vita quotidiana dell’America di ieri e di oggi.

Los Angeles

Più che una semplice città è un simbolo, la rappresentazione tangibile del Sogno Americano, e dell’American Way of Life, un sogno e uno stile di vita riassumibili nelle due iniziali più famose del mondo: LA. Stiamo parlando di Los Angeles, la più importante città della California nonché la seconda, per grandezza, di tutti gli Stati Uniti. La città venne fondata dai coloni messicani nel 1781 con il nome di El Pueblo de Nuestra Señora la Reina de los Ángeles sobre el Río Porciuncula che significa letteralmente Città di Nostra Signora, Regina degli Angeli sul Fiume della Porziuncola. Los Angeles è una città multietnica che ospita comunità originarie da oltre 140 Paesi ed è, dopo Miami, la città statunitense con il maggior numero di abitanti nati all’estero. In particolare ospita le comunità di origine ispanica e asiatica più numerose degli States nonché vere e proprie enclave come Chinatown, Little Armenia e Little Tokyo. Quattro i distretti nei quali è divisa la città, alla quale però vengono accumunate anche le municipalità autonome facenti parte della Contea di Los Angeles, rese celebri da film e serie televisive come Santa Monica, Beverly Hills, Malibu e Long Beach. La maggior attrattiva della città resta, infatti, il cinema che ha eletto, fin dagli albori, Los Angeles a sua patria d’elezione, come dimostrano i numerosi studi cinematografici nei quali ci si può imbattere camminando lungo gli ampi boulevard losangelini. Indirizzi, poi, come Sunset Boulevard, Rodeo Drive e Bel Air, resi celebri per essere stati scelti come location di film e telefilm, sono ormai nell’immaginario collettivo. Los Angeles è un laboratorio di tendenze, invenzioni e mode, una città in continuo movimento che offre moltissimi spunti di interesse: dal cibo, alla musica, dall’architettura ai bei giardini. Una città dalle mille sfaccettature, un cocktail di culture e tradizioni differenti, la meta ideale per chi ama la moda, lo sport e lo spettacolo.

Altri itinerari

Prenota oggi il tuo viaggio

Per qualsiasi domanda e/o richiesta, contattaci subito!

+39-06-9334183

riders@kanaloa.it

Lunedi - Venerdi: 9 - 13 / 15 - 20 Sabato: 9 - 13