The Highway of Blues

Un’ ennesima, nuova ed intensa esperienza di viaggio. la grande storia del Blues e delle radici della musica americana vissute su questo itinerario che attraversa paesaggi che testimoniano l’aria lenta e nostalgica che si respira in questi luoghi del profondo Sud dalla Mecca di ogni musicista, New orleans alla stupefacente Chicago fino a Milwaukee.
2018/09/28 09:34:16

Highlights del viaggio

a partire da €3250 a persona

28 Set - 13 Ott 2018

Gruppo: MAX 10-12 persone

Difficoltà: Media

  • Chicago, splendente storica e affascinante
  • Le periferie industriali delle grandi città e le location rurali del sud
  • I locali blues e la musica ogni sera, filo conduttore del viaggio
  • Clarksdale, Crossroad e il pernottamento fra i campi di cotone negli shack più affascinanti d’America
  • La Route 61 e la Route 66: immancabili esperienza per qualsiasi biker!
  • Il Natchetz Trail, una delle strade più belle d’America
  • Memphis e Nashville. La storia del gospel, il Rock e il Country
  • La “signora del jazz” lenta affascinate e malinconica New Orleans
  • L’Alabama, lenti e caldi atmosfere rurali
  • La spiagge bianche i colori intensi della Emerald Coast in Florida
  • Le interminabili spiagge di Daytona Beach e della Costa Atlantica.
  • I grandi parchi a tema di Orlando

Viaggio di gruppo moto-fotografico che partendo dalla Florida, lungo la luminosa Emerald Coast giunge fino a New Orleans e prosegue con un lungo e unico groove on the road del profondo Sud

Un’ ennesima, nuova ed intensa esperienza di viaggio. la grande storia del Blues e delle radici della musica americana vissute su questo itinerario che attraversa paesaggi che testimoniano l’aria lenta e nostalgica che si respira in questi luoghi del profondo Sud dalla Mecca di ogni musicista, New orleans alla stupefacente Chicago fino a Milwaukee.

GIORNI 1 - 4

Italia – Chicago – St.Louis – Nashville

1° Giorno
Arrivo a Chicago, resto della giornata libera.

2° Giorno
Giornata libera. E’ possibile organizzare visita presso Chess records , la cui storia raccontanta nel meraviglioso film Cadillac records del 2008, Era specializzata in musica blues, rock and roll e rhythm and blues, e ha visto incidere alcuni tra i più grandi artisti del ventesimo secolo, come Bo Diddley, Little Walter, Howlin’ Wolf, Muddy Waters, Etta James e Chuck Berry, che il 21 maggio del ’55 incise il suo primo successo, Maybellene, che raggiunse la posizione numero cinque della Billboard rock charts e la numero uno della classifica R&B. Secondo molti è la prima canzone rock and roll della storia, e la prima canzone rock and roll ad avere un testo poetico. E’ possibile organizzare la serata presso famosi locali Blues di Chicago. Ritiro delle moto nel tardo pomeriggio.

3° Giorno
Si parte per Saint Louis. La città dove il fiume Missouri entra nel Mississippi e dove si sviluppò il ragtime (il National Ragtime Festival si tiene ogni anno a metà giugno). Per i pionieri fu la porta d’accesso all’ovest, porta simboleggiata oggi dal grande arco d’acciaio di Eero Saarinen.

4° Giorno
Continuerete il vostro viaggio verso sud fino ad arrivare alla città della musica country per eccellenza americana :Nashville

GIORNI 5 - 10

Nashville – Memphis – Clarksdale – Natchez – New Orleans

5° Giorno
Giornata da dedicare alla visita a questo santuario della musica country e pop, che ha tra le sue principali attrazioni il Country Music Hall of Fame, il Grand Ole Orpy, Opryland USA e il famoso Printer’s Alley con numerosi bar e club con musica. Serata nei locali a volte molto semplici della Music city ove artisti di strada vivono improvvisando country .

6° Giorno
Partenza lungo la Interstate 40, detta anche Music Highway, alla volta di Jackson, sede di dell’ International Rockabilly Hall Of Fame, Mural And Park. Si prosegue per Nutbush, città natale di Tina Turner, e quindi si raggiunge Memphis.

7° Giorno
Non dobbiamo dimenticare che la città fu anche teatro dell’assassinio di Martin Luther King, a cui è dedicato un museo che ricorda le discriminazioni subite dagli afroamericani. La città è ad oggi divisa fra bianchi e neri, quartieri umili off limits e quartieri bianchi raffinati . Vale la pena girovagare per la città in cerca di quotidianetà Arrivati a Memphis fra le tantissime attrazioni e lo zapping fra i locali Beale Street ci limitiamo a consigliare vivamente una esperienza che per molti risulta la più intensa del viaggio : la messa Gospel della domenica mattina del celeberrimo Reverendo Green Mattinata uno dei più grandi del gospel americano.

8° Giorno
Dopo aver assistito ad una belle messe gospel più emozionanti d’America si riparte per la lenta percorrenza lungo il Mississippi e la “ Higway of Blues” in direzione sud fino a Clarksdale, dove John Lee Hooker, Muddy Water, Ike Turner e molti altri hanno mosso i loro primi passi nel blues. Perché non assistere ad un concerto di Morgan Freeman al Ground Zero Blues Club? Sarà una notte indimenticabile nel regno Blues. Giornata termina in una location memorabile con la visita all’Hopson plantation, uno dei siti fotografici più apprezzati del Sud e sede di un apprezzatissimo locale blues. Questa notte si passerà ospiti negli Shake, le baracche fra i campi di cotone ristrutturate e confortevoli ma con tutto il fascino originale

9° Giorno
Continua il vibrante viaggio sulla strada del blues alla ricerca di luoghi mitici fino a Natchez. Campi di cotone e canna da zucchero e terreni agricoli che si estendono all’infinito,lasciando un po’ di malinconia del passato.Si passerà per lo stato del Mississippi e di Greenville, sede del famoso bluesman Plantation Robert Johnson, da allora in poi attraverso la terra del Delta Blues. Si raggiunge Natchez, una delle più attraenti e interessanti città d’America. In origine villaggio indiano, passò sotto il dominio di inglesi, spagnoli, francesi e americani. Affermatosi come centro cotoniero, si arricchì ben presto di grandi piantagioni. Natchez venne solo sfiorata dalla Guerra Civile e così riuscì a conservare moltissime case d’anteguerra. E’ possibile visitare molte vecchie piantagioni e case padronali. Se il tempo lo permette, si consiglia di percorrere il Natchez Trace Parkway.

10° Giorno
Si prosegue per St.Francisville in direzione di Baton Rouge .E’ una regione di grande produzione petrolchimica e di canne da zucchero. Si raggiunge Baton Rouge,la capitale dello stato ed uno dei porti più importanti d’America, lungo il Mississippi, viaggiando a ritroso nel tempo ai giorni gloriosi della Louisiana. Lungo il percorso si possono visitare molte bellissime piantagioni. E’ una città verde con molti cipressi, magnolie e case antiche. Si prosegue nei territori della Lousiana fino a New Orleans.

GIORNI 11 - 15

New Orleans – Mobile – Daytona Beach – Orlando

11° Giorno
Giornata a disposizione. Il modo migliore di visitare la città è di girare a piedi per le strade del Quartiere Francese: Royal Street, Bourbon Street, Jackson Square. Da non perdere una crociera sul battello a ruota Natchez. Orchestrine jazz improvvisate si esibiscono all’aperto. Ottimi i ristoranti, specializzati nei piatti di pesce e nella tipica cucina cajun, interessanti i negozi di antiquariato europeo e americano, e bellissima anche la parte moderna con grattacieli dalla cui cima si può ammirare il panorama della città ed del fiume.

12°-14° Giorno
Viaggio lungo la costa più bella d’America e le atmosfere calde e rallentate di Alabama e Nord Florida

15° Giorno
Rilascio delle moto in giornata e trasferimento in aeroporto

Prenota oggi il tuo viaggio

Per qualsiasi domanda e/o richiesta, contattaci subito!

+39-06-9334183

riders@kanaloa.it

Lunedi - Venerdi: 9 - 13 / 15 - 20 Sabato: 9 - 13

Seleziona il tour

Numero di partecipanti