Documenti per il viaggio

Una fase importante del viaggio è quella che si svolge… prima di partire! Parliamo della fase di preparazione e verifica di tutti i documenti che servono per arrivare negli Stati Uniti e rispettare tutte le norme.

Viaggiare è stupendo e sarebbe un peccato non godersi la propria vacanza per qualche dimenticanza burocratica o per avere deciso di procedere troppo tardi.

Per questo abbiamo preparato una lista della documentazione utile per il tuo viaggio in moto negli USA.

Il passaporto

Per visitare gli Stati Uniti è richiesto il passaporto valido per almeno sei mesi oltre la data di soggiorno negli Stati Uniti. È importante ricordare che, dal 1° aprile 2016, l’unico passaporto accettato è quello elettronico ( o biometrico). Come riconoscerlo? Il passaporto elettronico si riconosce dalla presenza, sulla copertina, sotto alla scritta passaporto, del simbolo stilizzato di un chip (un rettangolino con un cerchio al suo interno). Al suo interno infatti, questo tipo di passaporto, ha un chip che contiene tutti i dati del suo possessore.

ESTA

L’Italia fa parte dei paesi a cui gli Stati Uniti hanno concesso l’ingresso senza visto per periodi di massimo 90 giorni. Per soggiorni brevi infatti è sufficiente l’ESTA.
Di cosa si tratta? Di una autorizzazione elettronica al viaggio che puoi richiedere direttamente online a questo link.
Ti ricordiamo che è fondamentale, per l’ingresso negli Stati Uniti, avere già prenotato il volo di ritorno o di proseguimento verso un’altra destinazione! Se hai viaggiato dopo il 2011 in Iran, Iraq, Sudan, Libia, Somalia, Yemen o Siria non puoi usufruire dell’ESTA ma devi richiedere il visto.

La patente internazionale

Ci sono una serie di info utili da sapere per guidare tranquilli negli Stai Uniti: 1) la patente internazionale non è necessaria al momento del ritiro e del noleggio della moto; 2) il possesso della patente internazionale è obbligatorio solo in alcuni stati americani. Vista la semplicità con cui la si può richiedere invitiamo chi viaggia con noi a fornirsi di patente internazionale per evitare disguidi e perdite di tempo in caso di controlli da parte delle autorità durante il tour. Basta infatti rivolgersi alla motorizzazione o a un ufficio ACI/pratiche auto. Non si deve sostenere infatti nessun esame supplementare ma si riceverà semplicemente un libretto cartaceo con foto.