Usa e Hawaii (TUTTI GLI ITINERARI)

Search Our Site

    • it-IT
    • English (UK)
 

highway-blues

 

Illinois, Missouri, Tennesse, Mississippi, Louisiana, Alabama e Florida


Partenza:
CHICAGO

Arrivo:
ORLANDO


Durata del Viaggio:
15 Giorni/14 Notti

Print

 

Illinois, Missouri, Tennesse, Mississippi, Louisiana, Alabama e Florida

 

Tappe del tour :
Chicago-Saint Louis-Memphis-Clarksdale-Natchez-New Orleans-Panama City-Perry- Saint Augustine-Daytona Beach-Orlando


Classificazione:
SELF DRIVE - con road book in italiano


Trasporto:
Harley Davidson Touring Dyna or Softail equipaggiate di base con borse e schienale e primo pieno di carburante( la moto puo' essere riconsegnata a secco)


Trattamento:
Solo Pernottamento
15 giorni / 14notti - da Chicago a Orlando

 

 

1° giorno
Chicago
Arrivo a Chicago e sistemazione in Hotel. La città di Chicago è considerata la “città dei grattacieli”. Situata sulle rive del lago Michigan,con i suoi 46 km di spiagge che lo rendono popolare tra gli amanti dello sport. Chicago ha anche un valore artistico molto importante, con la sua architettura particolare e forte scena musicale afro-americana.


2° giorno
Chicago
In mattinata ritiro della moto e tempo libero per conoscere la città o fare un ride verso Milwaukee per visitare il Museo Harley-Davidson.


3° giorno
Chicago - Saint Louis - 480 km
Si parte per Saint Louis.La città dove il fiume Missouri entra nel Mississippi e dove si sviluppò il ragtime (il National Ragtime Festival si tiene ogni anno a metà giugno). Per i pionieri fu la porta d'accesso all'ovest, porta simboleggiata oggi dal grande arco d'acciaio di Eero Saarinen


4° giorno
Saint Louis – Memphis - 470 km
Continuerete il vostro viaggio verso sud lungo il Mississippi a Memphis.


5° giorno
Memphis
Giornata a disposizione a Memphis dove potrete visitare Graceland, la famosa casa di Elvis Presley e dei suoi vari "strumenti". Una passeggiata lungo Beale Street, e perché non fare una sosta nello storico BB King Café?


6° giorno
Memphis – Clarksdale - 124 km
Partenza per lenta percorrenza lungo il Mississippi e la “ Higway of Blues” in direzione sud fino a Clarksdale, dove John Lee Hooker, Muddy Water, Ike Turner e molti altri hanno mosso i loro primi passi nel blues. Perché non assistere ad un concerto di Morgan Freeman al Ground Zero Blues Club? Sarà una notte indimenticabile nel regno Blues.


7° giorno
Clarksdale – Natchez - 370 km
Continua il vibrante viaggio sulla strada del blues alla ricerca di luoghi mitici fino a Natchez. Campi di cotone e canna da zucchero e terreni agricoli che si estendono all’infinito,lasciando un po’ di malinconia del passato.Si passerà per lo stato del Mississippi e di Greenville, sede del famoso bluesman Robert Johnson, da allora in poi attraverso la terra del Delta Blues. Si raggiunge Natchez, una delle più attraenti e interessanti città d'America. In origine villaggio indiano, passò sotto il dominio di inglesi, spagnoli, francesi e americani. Affermatosi come centro cotoniero, si arricchì ben presto di grandi piantagioni. Natchez venne solo sfiorata dalla Guerra Civile e così riuscì a conservare moltissime case d'anteguerra. E' possibile visitare molte vecchie piantagioni e case padronali. Se il tempo lo permette, si consiglia di percorrere il Natchez Trace Parkway.


8° giorno
Natchez - New Orleans - 270 km
Si prosegue per St.Francisville in direzione di Baton Rouge .E’ una regione di grande produzione petrolchimica e di canne da zucchero. Si raggiunge Baton Rouge,la capitale dello stato ed uno dei porti più importanti d'America, lungo il Mississippi, viaggiando a ritroso nel tempo ai giorni gloriosi della Louisiana. Lungo il percorso si possono visitare molte bellissime piantagioni. E' una città verde con molti cipressi, magnolie e case antiche. Si prosegue nei territori della Lousiana fino a New Orleans.


9° giorno
New Orleans
Giornata a disposizione. Il modo migliore di visitare la città è di girare a piedi per le strade del Quartiere Francese: Royal Street, Bourbon Street, Jackson Square. Da non perdere una crociera sul battello a ruota Natchez. Orchestrine jazz improvvisate si esibiscono all'aperto. Ottimi i ristoranti, specializzati nei piatti di pesce e nella tipica cucina cajun, interessanti i negozi di antiquariato europeo e americano, e bellissima anche la parte moderna con grattacieli dalla cui cima si può ammirare il panorama della città ed del fiume.


10° giorno
New Orleans –Biloxi - 150 km
Si viaggia lungo la costa famosa per Il Gumbo, tipica pietanza del Sud, per i classici villaggi di pescatori e si arriva a Biloxi, famosa per i suoi grandi casino’ e per i locali rock.


11° giorno
Biloxi – Panama City - 380 km
Il Golfo del Messico si anima lungo le coste di Panama City, in Florida. Panama City è una vivace città costiera che offre splendidi panorami, l'ospitalità del sud e ottimo cibo.


12° giorno
Panama City – Perry - 235 km
Perry, in Florida, si trova nel cuore della Contea di Taylor. E 'circondato da linea di splendida costa, fiumi e terre in legno naturale. Godetevi la grande pesca in-shore per la trota e scorfano, off-shore per la cernia, o di acqua dolce per la spigola e orata. Ettari di area boschiva per la caccia, escursioni o semplicemente godendo della natura.


13° giorno
Perry - Saint Augustine - Daytona Beach - 380 km
Si raggiunge la costa atlantica e la mitica US 1. St. Augustine, in Florida, è il tipo di città che vi farà venir voglia di mettere giù le moto e prendere una spada e mettersi una benda sull'occhio. E’ la terra dei pirati dei Caraibi, e ci si sente di essere tornati indietro nel tempo. Non c'è dubbio che potrete godere di questa vivace ed eclettica città costiera. Basta essere attenti a non finire in "The Rack".di seguito si scende verso sud in direzione Daytona Beach.


14° giorno
Daytona Beach
Daytona Beach è famosa per il mitico raduno della Bike week che si svolge da piu’ di 70 anni . In citta’ ci sono pero’ durante tutto l’anno molte officine e preparatori importanti , rivenditori di pezzi e accessori nonché la sede Harley Davidson piu’ grande del mondo. Daytona è inoltre "Il Centro del Mondo da Corsa" e la sede di NASCAR, fa parte dell'Area Metropolitana più grande dell’area centrale orientale della Florida. La spiaggia di Daytona è ben conosciuta, larga 23 miglia, sabbiosa e bianca,una grande attrazione. I Luoghi Storici sono il Pilastro principale della via, il lungomare di fronte all'oceano ed la Torre dell'Orologio nel Parco di fronte all'oceano è il punto più emozionante.


15° giorno
Daytona Beach – Orlando - 90 km
Ultima tappa: Orlando rilascio della moto e giornata disposizione .La zona centrale e storica della citta’ è sicuramente quella di maggiore interesse turistico, sia dal punto di vista culturale, grazie alla presenza di musei ed edifici storici, che dal punto di vista del divertimento, con i maggiori negozi, ristoranti e caffè. Contrariamente a molte altre città americane, il centro è caratterizzato da una forte presenza di aree verdi come quella che si trova nei pressi del Lake Eola, sempre molto frequentato dai turisti e dalla popolazione locale che viene qui a godere di un po’ di fresco nelle giornate afose.

 

 

NOTE IMPORTANTI:
Le tappe potrebbero avere un ordine diverso in base alla disponibilità degli hotel. Le eventuali variazioni verranno segnalate al momento della conferma definitiva dei servizi. Gli alberghi offrono sempre soluzioni alberghiere pulite e riposanti. Sono selezionati durante i nostri viaggi,controllati continuamente dai nostri corrispondenti e scelti per posizione e confort in funzione del viaggio motociclistico. E' previsto l'alloggio in alberghi di categoria turistica o turistica superiore (3* oppure 3*s) . Oltre a soluzioni di piccoli alberghi "on the road" a gestione diretta che sono una delle essenze del viaggio stesso, i nostri principali partners sono tutti i piu' grandi gruppi alberghieri americani quali : Best Western, Holiday Inn, confort Inn, Hilton etc.Tuttavia per chi volesse alberghi di categoria Superiore o Luxury , Ranch, Boutique Hotel etc possiamo fornire su richiesta consulenza personalizzata per guidare il viaggiatore alla scelta piu' opportuna.